giovedì 27 novembre 2014

Cap.6 LE “VIE” DI SATANA…




  - Satana nella nostra immaginazione.
L’idea prevalente di molti è che Satana, in fondo, non sia altro che una pura invenzione della fantasia.
Di Satana si parla in tutti i sensi ed in tutte le occasioni letterarie che mediatiche. 
Sette sataniche, riti e personaggi elevati ai vertici della notorietà artistica (v. Marylin Manson), sono pane quotidiano televisivo e mediatico quando non veri e propri guru idolatrati dai giovani (e non).
Tutte le religioni del mondo si fondano sull’eterna contrapposizione tra il dio del Male.e quello del Bene
Per i più, tuttavia, prevale un’idea riduttiva del re del Male. Rappresentato in connotazioni e caratteristiche persino divertenti ed affascinanti, per molti Satana non esiste e, tutt'al più, può essere assimilato al lupo cattivo o all'"uomo nero" delle fiabe che incantano i bambini.
Nei capitoli precedenti abbiamo trattato su come Satana agisce nella nostra vita. 
Che Satana esista e che abbia in mano le redini del mondo 1 Giovanni 5:19
lo dimostra l'imperversare sempre più intenso e frequente di guai e e sciagure sempre che colpiscono l'umanità. Guerra, violenza, ingiustizia e deriva morale sono eventi che passano quasi senza far notizia come se fosse cosa normale.
Molti pensano che sia Dio a volerli.

 - Cosa dice la Bibbia.

Ma la Bibbia dice qualcosa diverso e, per chi vuole può può trovare approfondimenti e risposte nel sito (1). JW.ORG.

Vi si spiega (Geova-Dio spiega), in particolare, che l’epoca storica nefasta in cui stiamo vivendo è l’ultima fase di un governo mondiale sotto l’influenza di Satana.(jw,org)
Molto interessante è quanto si legge qui (Torre di Guardia (
Ag 2015/Art.; "Continuiamo ad attendere!"):
"7 Ma quanto dobbiamo aspettarci che peggiorino le condizioni mondiali prima della “grande tribolazione”? (Riv. 7:14). Per esempio, dobbiamo aspettarci forse che ci siano guerre in ogni paese, che manchi cibo a tutti e che ogni famiglia sia piagata da malattie? In simili condizioni persino gli scettici probabilmente si vedrebbero costretti ad ammettere che le profezie bibliche si stanno avverando. Tuttavia Gesù disse che la maggioranza delle persone non si sarebbe ‘avveduta’, o accorta, della sua presenza e avrebbe continuato a vivere come se nulla fosse finché sarebbe stato troppo tardi. (Leggi Matteo 24:37-39.) Pertanto, le Scritture lasciano intendere che le condizioni mondiali durante gli ultimi giorni non sarebbero diventate difficili al punto da obbligare le persone a credere che la fine sia vicina (Luca 17:20; 2 Piet. 3:3, 4)."

Perché è interessante?
Perché
gli ultimi giorni non sarebbero diventati difficili al punto da obbligare le persone a credere che la fine sia vicina (Luca 17:20; 2 Piet. 3:3, 4).
Infatti l'effetto che avrebbe un cataclisma mondiale repentino provocherebbe sì la distruzione immediata di milioni di esseri umani ma segnerebbe altresì un precedente ingiusto poiché non darebbe il tempo a quei milioni di riflettere sulla posssibilità della salvezza offerta dall'Amore di Geova e la possibilità del pentimento. Inoltre seminerebbe un tale panico nella gente che molti pur di salvarsi la vita ssarebbero pronti a giurare plebiscitariamente per Geova ma questa sarebbe un'altra ingiustizia.
Geova non vuole che lo si adori per paura ma con la consapevolezza di un cuore libero.  

Nella sua immensa Bontà, Geova dispone che il decorso di tali calamità avvenga con una certa lentezza . Questo permetterà ancora a chi lo vuole di ravvedersi e di riconoscere il proprio errore di aver disprezzato la Verità e Geova quale una ragione di Vita.
Tuttavia quando quel giorno finale verrà per molti non vi sarà più tempo. Per chi, in libero arbitrio, ha deciso di abortire la propria vita nel nome di Satana, da quel giorno in poi per lui cesserà ogni possibilità poiché la Buona Notizia cesserà di essere predicata nel mondo.
Ecco perché non c'è alcun tempo da perdere per porgerla a chi non la conosce e, con essa, la possibilità di salvarsi nella Verità.

                                                                             ***

 

Considerazione a margine.
Si osserverà che anche altre religioni(3) parlano di Satana., compresa naturalmente la "nostra" Cattolica.


S.Agostino di Ippona
S.Bonaventura da Bagnoregio (o da Bagnorea)





S.Tommaso d'Aquino
Papa Benedetto XVI Joseph Ratzinger




Se ne parla:- nei Concili Ecumenici e Sinodi;

- in encicliche, omelie, pubblicazioni;
- nei trattati dei dottori della Chiesa e nella Patristica dottrinale;
- nella Santa Messa;
- in molte preghiere.(4)
- arte,letteratura, musica, filmografia è una costante rappresentazione ispirata all’eterna lotta tra il bene ed il Male, dove il demonio (vedi) è di casa spesso anche in veste folcloristica e persino divertente(v.Barbariccia).  (Divina Commedia Canti XXI, XXII e XXIII).
"E volser contra lui tutt'i runcigli; ma el gridò: «Nessun di voi sia fello!»" (XXI, vv. 71-72). Illustrazione di Paul Gustave Doré.
La Bibbia spiega che, se Satana c’è, anche una ragione c’è, e che questa ragione, se fosse chiaramente spiegata e conosciuta tra le genti come Parola di Dio, molti, comprendendo di più e meglio sull’argomento, comincerebbero a pensare (nel modo giusto) certamente di più a Dio e forse cambiare i propri comportamenti e persino.... idee.
Conoscere chiaramente la Verità è condizione base per ogni cambiamento a beneficio della propria vita (6)
Questo
e solo questo potrebbe rendere possibile il miglioramento delle sorti dell’umanità e porre rimedio alll’ingiustizia nel mondo.
Ma senza questa conoscenza accurata e applicata alla propria vita accolta quale  Parola e Comando di Dio nulla di buono potrà mai scaturire nel mondo e a nulla servono moniti e raccomandazioni.(7)


Il Capo della Chiesa Cattolica, lo sa.


                                                                       ***

NOTE
(1) A questo punto la domanda sorge spontanea. E' possibile che quanto dice la Bibbia sia il Vero?
Se, appunto, il titolo di questo blog-book presuppone la possibilità che la Bibbia sia Parola e Messaggio di Dio, dev’essere altrettanto probabile che tale Parola (v. jw.org)  non sia un mero codice di moniti, consigli, divieti (come generalmente ed erroneamente è considerato il Decalogo) bensì qualcosa di ben più importante per la vita e la sorte dell'uomo. 
e come potrebbe essere diversamente?  Un Dio d’infinito Amore potrebbe mai limitarsi ad impartire all’uomo solo degli ordini senza spiegarne i motivi? Ma la Bibbia non è una semplice passeggiata e richiede approfondimento e studio.
E’ proprio attraverso questo studio (del resto non difficile) che ci si accorge che in Essa non vi sono solo ordini ma vi è offerto il modo di salvare l'umanità dalla tragedia e le norme da seguire per come uscirne.(La Buona Notizia v.jw) Quali e dove altro potrebbero trovarsi altre fonti alternative?
    
(2) Si tenga presente che le pagine di questo sito non sono altro che le pagine della Bibbia mirabilmente spiegate e rese comprensibili.

(3) Da precisare che i TdJ non sono propriamente una religione.(vedasi qui e qui). Quasi tutte le religioni si fondano sull’adorazione di uno o più Dei verso cui si rivolgono attraverso riti e liturgie varie. Offrono sacrifici visibili e vistosi, invisibili o misteriosi e si avvalgono di un’infinità di simboli e simulacri. I TdJ no. Essi desiderano adorare l’unico Geova Dio nel modo che Lui stesso insegna, nella Bibbia. Non hanno alcun tipo di liturgia né venerano alcun tipo d’immagine. Non credono nei misteri né nelle pratiche metafisiche ma solo in ciò che Dio attraverso la sua Parola rivelata insegna, comanda o vieta. E Dio, attraverso la Bibbia, esattamente insegna, comanda e vieta quanto detto.

(4) Decisamente voluminose sono loro ricerche. Nel ”L'ANIMA E LA SUA ORIGINE” di S.Agostino ci si può fare un’idea di quanto fosse intensa la disputa teologica di quel tempo che comunque riconosce e ricerca la Verità nella Bibbia. Al tempo di S.Agostino (350-430 d.C.) la Bibbia non era affatto divulgata nella scrupolosa traduzione (soferim-masoreti) poi tradotta in latino (vulgata) e con l’impero di Costantino iniziò il connubio tra Stato e Chiesa in cui i Papi Gregorio VII e Innocenzo III si distinsero “nella lotta della Chiesa Cattolica per impedire che la Bibbia fosse tradotta nella lingua parlata dal popolo.”(v.”La Bibbia, parola di Dio o dell’uomo  Il che è tutto dire! Già sin d’allora i SantiPadri si distinsero per quale era il loro vero interesse: il potere! anche a costo di nascondere la Verità Biblica dalla quale sarebbe emerso che mai Gesù Cristo avrebbe approvato il loro operato.

(5) Non è che il SP(SantoPadre) si sprechi più di tanto nell’informare sulle ragioni, spiegate ampiamente nella Bibbia, per le quali oggi quest’infinità di sciagure si stanno abbattendo sull’umanità con accanimento senza precedenti. Se è giusto il monito alle folle ed ai governanti affinché pongano mano a rimediare ai mali ed alle ingiustizie che piagano l’umanità, non sarebbe forse altrettanto giusto ed urgente spiegare cosa dice in proposito la Bibbia? (e non limitarsi ai moniti e alle raccomandazioni attribuendo l’imperversare di quelle sciagure sull’umanità genericamente al re del male senza spiegarne il perché?)

(6) Esattamente come, a parole, SMC(SantaMadreChiesa) vorrebbe!  Non però solo per averlo sentito dalle accorate raccomandazioni di SS(SuaSantità), ma per averlo sentito col cuore con chiarezza proprio (direttamente) dalla Parola Dio che si trova nella Bibbia di cui, chissà perché, SS(SuaSantità) non parla. Perché le lacrimose implorazioni di quel sant’uomo,  autorevole e lodevole qual'è Papa Francesco I,  purtroppo, non bastano a far cambiare nella Bontà l’urbis e l’orbis. Solo la Parola di Dio può penetrare i cuori ed intenerirli. (Con tutto rispetto per SS(SuaSantità).

(7) Molti potrebbero facilmente scoprire, attraverso le spiegazioni provenienti ,direttamente dalla Parola di Dio (delle SScritture-…quelle che SMCSantaMadreChiesa non dà): la Bellezza e la Grandezza dalla Parola proveniente direttamente ed inconfutabilmente dallo stesso Dio. Quella di cui, come tutti sanno, SMC dovrebbe essere la prima depositaria.

(...)I Ss.Padri vaticani, anche oggi, sanno benissimo che, delle sciagure umane (di cui predicano ai fedeli negli Angelus domenicali e nelle loro encicliche), responsabile è l’influenza di Satana.
Non certo quello delle favole o dei dipinti, ma quello vero spiegato nelle Sacre Scritture di cui, tra l’altro SMC(SantaMadreChiesa) dovrebbe essere fedele divulgatrice oltre che depositaria e custode. Il guaio sta nel fatto che, pur benedicendo le folle urbi et orbis, e pur giustamente ammonendo folle e governi che un’infinità di sciagure si stanno abbattendo sull’umanità per aver essi tralasciato e messo da parte Dio, l’influenza di Satana. non viene affatto spiegata secondo la Bibbia!(5)