martedì 7 marzo 2017

La "cosa giusta".



video


Se capitasse di trovarci in un ambiente  “creativo” si potrebbe vedere una campionatura di persone che potremmo tranquillamente definire “indesiderabili” dal momento che vediamo in loro la  più o meno manifesta avversione a Dio, e la sola voglia di banalità ed euforia di chi vive al di fuori della Verità. Purtroppo.  
Certamente la Bibbia ci sconsiglia (anzi ce lo vieta chiaramente) di frequentare tali cattive compagnie. 
Ma se, per circostanze varie non da noi desiderate, (come nel mio caso), dovessimo trovarci in "cattive" compagnie, come dovremmo comportarci?
Penso vi saranno molti fratelli o sorelle che per vari motivi, anche se non voluti, potrebbero trovarsi in mezzo a tali "ambienti". Che fare?
È volontà di Dio che questo messaggio sia proclamato. (e che…) Noi abbiamo il privilegio di partecipare a quest’opera.”come possiamo conciliare nel miglior modo le due cose?

Da un primo sguardo (v. voci elencate qui) possiamo già renderci conto che Gesù non metteva alcun limite alle circostanze in cui predicare. Infatti alla "voce"“Testimonianza”capiamo che ogni occasione è "buona" per dare testimonianza a Geova ed alla Verità e che non dovremmo mai escludere che essa possa essere raccolta da qualcuno sincero.
Questo credo sia la nostra prima "missione" poiché Gesù dette esattamente questo ordine ai suoi discepoli (Marco 16: 15,16) :  “Andate in tutto il mondo e predicate la buona notizia a tutta la creazione.
Qui (Testimonianza informale) vediamo una serie pressoché illimitata di casi in cui anche una circostanza, la più inimmaginabile, potrebbe essere favorevole per parlare di Geova.
Anche in una pausa di un bel pranzo tra amici...creativi.

                                                                        ***