venerdì 5 maggio 2017

Cosa dice l'apostolo Giovanni in "Rivelazione"(5)


Studio sui punti salienti ("citazioni") tratte dal libro:



"RIVELAZIONE Il suo grandioso culmine è vicino!"

CAPITOLO 9- Pergamo Tenete saldo il nome di Gesù



 

Riv.2:12https://wol.jw.org/it/wol/b/r6/lp-i/Rbi8/I/1987/66/2#s=12&study=discover“E all’angelo della congregazione [che è] a Pergamo scrivi: Queste son le cose che dice colui che ha la lunga spada affilata a due tagli:+ 13 ‘So dove dimori, cioè dov’è il trono di Satana; e continui a tenere saldo il mio nome,+ e non hai negato la tua fede in me+ neanche ai giorni di Antipa, mio testimone,+ il fedele, che fu ucciso+ al vostro lato, dove Satana dimora.


All’angelo che è a Pergamo
17, 18. Di quale culto Pergamo era il centro, e cosa rischiava chi rifiutava di partecipare a questa forma di idolatria?
17 La congregazione di Pergamo ricevette sia lodi che correzione. (Leggi Rivelazione 2:12-17). Pergamo, situata circa 80 chilometri a nord di Smirne, era una città in cui si sentiva pesantemente l’influenza della religione pagana. Sembra che astrologi caldei fossero fuggiti lì da Babilonia. I malati si recavano al famoso tempio di Pergamo dedicato ad Asclepio, il falso dio della guarigione e della medicina. Pergamo, con il suo tempio dedicato al culto di Cesare Augusto, è stata definita “il principale centro del culto imperiale sin dall’inizio”. — Encyclopædia Britannica, 1959, vol. 17, p. 507.
18 A Pergamo c’era un altare dedicato a Zeus. La città era anche la sede del culto di esseri umani, ispirato dal Diavolo. Non è strano che della congregazione di quella città si dicesse che dimorava dov’era “il trono di Satana”! I sostenitori della sovranità di Geova rischiavano la morte rifiutando di adorare l’imperatore. Il mondo giace ancora nel potere del Diavolo, e ora sono idoleggiati i simboli nazionali. (1 Giovanni 5:19) Dal I secolo a oggi molti fedeli cristiani sono stati martirizzati, come colui che Cristo chiamò “Antipa, mio testimone, il fedele, che fu ucciso al vostro lato”. Geova Dio e Gesù Cristo ricordano senz’altro questi leali servitori. — 1 Giovanni 5:21.
19. Cosa fece Balaam, e da cosa devono guardarsi tutti i cristiani?
19 Cristo parlò anche dell’“insegnamento di Balaam”. Avido di guadagno, il falso profeta Balaam tentò di maledire Israele. Quando Dio trasformò la sua maledizione in benedizione, Balaam collaborò con il re moabita Balac e per mezzo di allettamenti indusse molti israeliti a commettere idolatria e immoralità sessuale. Gli anziani cristiani devono sostenere risolutamente la giustizia come fece Fineas, che agì contro l’operato di Balaam. (Numeri 22:1–25:15; 2 Pietro 2:15, 16; Giuda 11) Anzi, tutti i cristiani devono guardarsi dall’idolatria e badare che l’immoralità sessuale non si infiltri nella congregazione. — Giuda 3, 4.
20. Cosa dovrebbe fare il cristiano che comincia a nutrire idee apostate?
20 La congregazione di Pergamo correva un grave pericolo perché tollerava ‘quelli che si attenevano all’insegnamento della setta dei nicolaiti’. Cristo disse alla congregazione: “Pentiti. Se no, vengo presto da te, e guerreggerò con loro con la lunga spada della mia bocca”. I settari vogliono danneggiare spiritualmente i cristiani, e coloro che vogliono promuovere divisioni e sette non erediteranno il Regno di Dio. (Romani 16:17, 18; 1 Corinti 1:10; Galati 5:19-21) Se qualche cristiano comincia a nutrire idee apostate e vuole diffonderle, dovrebbe accettare l’avvertimento di Cristo! Per non fare una fine disastrosa dovrebbe pentirsi e chiedere aiuto spirituale agli anziani della congregazione. (Giacomo 5:13-18) È essenziale agire subito, poiché Gesù verrà presto a eseguire il giudizio.
21, 22. Chi prende la “manna nascosta”, e che cosa simboleggia?
21 I fedeli cristiani unti e i loro leali compagni non hanno motivo di temere l’imminente giudizio. Sono in serbo benedizioni per tutti quelli che prestano ascolto ai consigli di Gesù impartiti sotto la guida dello spirito santo di Dio. Per esempio, gli unti che avranno vinto il mondo saranno invitati a mangiare della “manna nascosta” e riceveranno “un sassolino bianco” su cui è scritto “un nuovo nome”.
22 Dio provvide la manna per sostenere gli israeliti durante i 40 anni di peregrinazione nel deserto. Un po’ di quel “pane” era conservato in una giara d’oro dentro l’arca del patto ed era quindi nascosto nel Santissimo del tabernacolo, dove una luce miracolosa simboleggiava la presenza di Geova. (Esodo 16:14, 15, 23, 26, 33; 26:34; Ebrei 9:3, 4) A nessuno era permesso di mangiare quella manna nascosta. Alla risurrezione, però, gli unti seguaci di Gesù rivestono l’immortalità, simboleggiata dal mangiare la “manna nascosta”. — 1 Corinti 15:53-57.
23. Che cosa rappresentano il “sassolino bianco” e il “nuovo nome”?
23 Nei tribunali romani il sassolino nero significava condanna, mentre quello bianco significava assoluzione. Che Gesù dia “un sassolino bianco” agli unti cristiani vincitori indica che li considera innocenti e puri. Dato che i romani usavano dei sassolini anche per accedere a importanti avvenimenti, il “sassolino bianco” può indicare che chi è unto riceve un posto in cielo al matrimonio dell’Agnello. (Rivelazione 19:7-9) Il “nuovo nome” rappresenta evidentemente il privilegio di essere uniti a Gesù come coeredi del Regno celeste. Com’è incoraggiante tutto questo per gli unti e per quelli che servono Geova insieme a loro con la speranza di vivere su una terra paradisiaca!
24. Quale posizione dovremmo assumere rispetto all’apostasia?
24 È opportuno ricordare che la congregazione di Pergamo era minacciata dagli apostati. Se una situazione analoga minaccia la salute spirituale della congregazione di cui facciamo parte, rigettiamo completamente l’apostasia e continuiamo a camminare nella verità. (Giovanni 8:32, 44; 3 Giovanni 4) Dato che falsi insegnanti o persone inclini all’apostasia possono corrompere un’intera congregazione, dobbiamo mantenere una posizione decisa contro l’apostasia, non permettendo mai che malvagi tentativi di persuasione ci impediscano di ubbidire alla verità. — Galati 5:7-12; 2 Giovanni 8-11.
25. I messaggi di Cristo indirizzati a quali congregazioni saranno presi in esame nel prossimo articolo?
25 Abbiamo considerato tre delle sette congregazioni dell’Asia Minore, e come sono stimolanti le lodi e i consigli che il glorificato Gesù Cristo rivolse loro! Guidato dallo spirito santo, comunque, egli ha molto da dire anche alle altre quattro congregazioni. Questi messaggi, indirizzati a Tiatira, Sardi, Filadelfia e Laodicea, saranno presi in esame nel prossimo articolo.

 

Nessun commento:

Posta un commento