giovedì 13 luglio 2017

Una conversazione al bar...

https://youtu.be/0KDZNH4WNMo


...tra moglie (B) e marito (A)...lui credente in Geova, lei no.

A: Certo che dobbiamo considerarci fortunati...guardati intorno...la città sembra un deserto...e le notizie...non sono davvero belle. Tra i mille problemi che si stanno aggravando c'è anche quello della disoccupazione che tu conosci meglio di me (la moglie gestisce un gruppo domanda/offerta lavoro)
B: E' vero, noi non possiamo lamentarci...però c'è anche tanta gente che sta meglio di noi...
A: Sai, mi piacerebbe sapere... in che modo "stanno meglio di noi"? Forse perché sono  ricchi ...? E' vero...anche a me piacerebbe avere la villa, una bella macchina, una bella barca...forse ti riferisci alla tua amica G? Secondo te fa parte di quelli che stanno meglio di noi?
B: Sì sì...proprio lei. "Loro" , ti assicuro, sono felici...stanno davvero bene.
A: "Felici"...E come fai ad esserne così sicura?
B: Sono sicura...siamo amiche e lei si confida....
(in effetti G. ha il marito socio in una grossa e florida azienda che permette alla famiglia una vita  agiata: villa al mare, vacanze, barca, e la stessa G ha un buon lavoro redditizio e gratificante.)
A: Quindi lei si confida dicendoti che è felice? E...secondo te, in che senso stanno meglio di noi? Forse perché sono più ricchi di noi?
B: Non ho mai detto che la ricchezza rende felici. Però...anche la ricchezza...ma ti posso assicurare che vivono bene e stanno bene anche nei loro rapporti personali.
A: Come si possa stabilire se una persona o una famiglia sia o meno felice anche nei "rapporti personali" è assai difficile...comunque se ti risulta così, tanto meglio per loro...Io ti credo...però sai bene che noi crediamo che la felicità dipenda da Dio che ne è il ....

..."il Creatore", stava per dire A. Ma la conversazione doveva finire lì.
Rispettando la "diversità di vedute" della moglie verso la sua posizione di fede, A dovette astenersi da commenti legati alla Bibbia e ci rimase anche male ma ricordò
1 Piet. 3:1, 2  Pietro
3 In maniera simile,+ voi mogli, siate sottomesse+ ai vostri mariti, affinché, se alcuni non sono ubbidienti+ alla parola, siano guadagnati*+ senza parola* dalla condotta delle [loro] mogli,+ essendo stati testimoni oculari della vostra condotta casta+ insieme a profondo rispetto"
A, tuttavia, volle pensare comunque quanto sarebbe stata costruttiva ed interessante la conversazione se B avesse accettato di continuare.
E  fece tra sé e sé una serie di considerazioni:

https://youtu.be/0KDZNH4WNMo



 
 

Nessun commento:

Posta un commento