Guida al blog-book "Se la Bibbia e Parola di Dio"

Ho realizzato il blog book "Se la Bibbia è Parola di Dio"  "mettendo insieme" le mie riflessioni personali sulla base della semplice domanda espressa nel titolo stesso.
"Se", dunque, davvero la Bibbia è Parola di Dio, non mi è stato difficile desumere che, senza dubbio alcuno, la Bibbia deve per forza cambiare la vita a chiunque, come me, che pur avendone in stima, prima d'ora non l'avesse mai presa in seria considerazione.
Come può infatti passare nell'indifferenza questa "non indifferente" novità?
Può per i più diversi motivi. Di solito sono riassumibili in due:
1. non ci si è mai curati di conoscere la Bibbia per rifiuto e decisione pregiudiziale.
2. non si è potuta conoscere la Bibbia perché nessuno ce l'ha fatta conoscere né si è mai avuto l'opportunità di coglierne l'importanza.
Sul punto 1. non ci sono molte considerazioni da fare. E' la posizione di chi , pur percependone l'importanza, reagisce come si reagisce davanti a qualcosa di ripugnante o di pericoloso. Vi sono peraltro teorici ed intellettuali che ne fanno oggetto o citazione solo per accreditare ideologie più o meno accettabili in modo da enfatizzarne l'effetto emotivo, probabilmente anche senza il diretto scopo di screditare la Bibbia quale Parola di Dio che viene data per irrilevante o inutile.
La motivazione di cui al punto 2 è la più attendibile, soprattutto per chi, convintamente o meno, si considera credente cattolico. Ma anche più ancora diffusa è la convinzione che si è a posto semplicemente osservando, almeno una volta all'anno, le tradizioni familiari o civili. (Natale, Pasqua, Compleanni, Feste civili varie,).

La questione è alquanto diversa per chi cominciasse a riconoscere il proprio bisogno spirituale e a porsi qualche domanda.
Ma questo tipo di bisogno si sente rare volte.
La regressione dei tempi attuali e il trovarsi precipitati in situazioni intollerabili, molte volte, non è affatto motivo sufficiente per essere stimolati alla riflessione e alla speranza di un vivere migliore.
Molte persone vivono anche in situazioni incredibili perché danno per scontata la situazione di degrado (sia morale sia materiale) in cui sono precipitati.

Affinché la vita venga davvero cambiata (ammesso che si desideri farlo) il cambiamento deve per forza riguardare la parte interiore di noi stessi.
E' la sfera spirituale che comprende sentimenti, cultura e, soprattutto, convinzioni.
Essa riguarda la parte profonda del nostro io e della nostra personalità.
Chi dice di non avere convinzioni e di non credere in nulla, in realtà mente pesantemente a se stesso.
Non esiste al mondo persona (capace di intendere e volere) che non pensi e che non abbia convinzioni.
Ad esempio, paradossalmente, una delle convinzioni più diffuse è quella di credere che nulla mai possa cambiare nella propria vita ancorché se ne senta il desiderio.
Anche l'Ateismo, il Pessimismo, il Materialismo ecc. in realtà sono tutte "convinzioni" e, quella più pericolosa, secondo me, è quella di credere di non essere nelle tenebre pur essendoci.
Queste "convinzioni" sono quelle che condizionano la vita di tutti ed è da queste che ognuno fa dipendere le proprie decisioni ed azioni sicuro che esse vadano nella direzione "giusta" affidandosi solo su se stesso.
Queste sono convinzioni che possono portare anche ad una fede vera e propria.
Una di queste è il terrorismo. Il terrorismo è la più potente e micidiale minaccia proprio perché chi lo mette in atto non è né pazzo né malato mentale. E' invece fideisticamente convinto nell'azione criminale che fa.

Le conseguenze e gli effetti di questa "posizione" sono speso disastrose, sia per se stessi sia per gli altri e per l'umanità intera (v.Geremia 10;23 e Torre di guardia qui) con le conseguenze che tutti possono vedere (se lo vogliono). La cosa curiosa è che scrittori di grande spessore (v. Roberto CalassoL'innominabile attuale, Adelphi ) riconoscono in pieno il collasso della realtà mondiale. Ne fanno analisi mirabili e precise e ne risalgono le cause. Riconoscono nell'entropia l'ineluttabile distruzione di ogni cosa e di ogni vita. Speranza zero. Anche se esprimono attaccamento ed amore verso la vita e verso le stesse risorse che riconoscono in se stessi nel pensare profondo, non vanno oltre l'analisi della realtà disastrosa che pure vedono e di cui scrivono.
Non è chiara la loro autoreferenzialità egoista e spesso compiaciuta del male che osservano senza mai riuscire a trasmettere un qualcosa che almeno somigli ad una speranza concreta per il futuro?

Ma se è vero (com'è vero) che la Bibbia è Parola di Dio e che Dio è il nostro vero e unico Creatore, questo significa che, non solo la sua Parola va accolta come unica vera e che questa sia anche l'unica vera affidabile guida e via da seguire.(Salmo 105). Quello che nessun bravo scrittore o sociologo o teologo riesce mai a trasmettere può essere scoperto proprio in ciò che nessuna di queste brave persona si sogna: credere in Dio quale Creatore e unico punto di riferimento di salvezza dalla rovina.
Se è Lui il Creatore di ogni essere vivente, perché mai non dovrebbe fare qualcosa per darci motivi concreti di speranza? E' così impossibile arrivare a questa semplice deduzione?
Sì. Se non è impossibile è estremamente difficile per chi cerca senza credere di trovare, per chi s'accorge della prostrazione senza porsi domande, per chi insomma si aspetta la salvezza o la speranza da qualcosa che verrà o affida il proprio destino agli uomini o alle filosofie di questo mondo.
Per chi invece crede nel Creatore anche quale Persona che ha a cuore ciò che lui stesso ha creato, le cose cambiano.
Se questo Creatore ci ha a cuore significa anche che farebbe il possibile per toglierci dalle difficoltà e metterci in condizione di distinguere la menzogna dalla verità, visto che il più delle volte crediamo che bastino le nostre pur importanti risorse a decidere nel modo giusto come deve andare la nostra vita.
Non bastano quindi le analisi dei soloni che ci danno lumi sullo stato dell'arte del mondo che vediamo sfasciarsi. Ci servirebbe anche una spiegazione credibile sul perché tutto questo sfascio avviene e sul modo migliore per scampare da una morte che, sia pure accettata come ineluttabile, ci terrorizza e ci confonde sempre al punto da minacciare ogni momento della nostra vita rendendola invivibile.
Questo Creatore cambierebbe tutta la nostra vita, a partire, in primo luogo, da quelle convinzioni cui eravamo da sempre legati perché credevamo certe.

Ma cosa cambia?
Dio, eterno immenso Amore,(Giovanni 3:16) desidera che tutte le sue creature umane siano salvate e che pervengano alla Verità ed alla Salvezza (2Pietro 3;9) oltre che a far conoscere la sua magnificenza, le sue qualità e la sua amorevole personalità.
Egli desidera ripristinare il suo originario proposito (v. Ge 3:15 e Perspicacia, vol. 2 pp. 724-725 ): aver creato le sue creature (spirituali ed umane) affinché vivano con Lui felici per sempre.
A questo proposito Dio non rinuncerà mai e presto lo realizzerà. (v. Ebr. 11:1 e w14 15/10 pp. 9-10)
Ecco quindi cosa cambia:
1. Realizzare che tutte queste cose che prima ignoravamo, ora le conosciamo!
2. Realizzare che prima, senza queste cose, eravamo in un viaggio senza direzione e senza meta
3. Realizzare che con queste cose possiamo ri-entrare nell'"area" di salvezza perché non c'è salvezza senza verità.
Nel "concetto" di salvezza realizziamo che siamo in pericolo anche se credevamo di non esserlo
e che, se vogliamo, Dio ci offre una mano per uscirne.
Questa è la Buona notizia che Gesù Messia predicò su decisione di Geova.
"Che in questo tempo della fine, c'è per chiunque la salvezza"(v. Perspicacia, vol. 1 p. 379).
Per capirlo però non basta aspettare che arrivi la fine.
In questo caso il detto "non bisogna fasciarsi la testa prima che sia rotta" non vale. Vale il contrario! Perché?
Proprio perché Satana è in grado di ottenebrarci al punto di farci credere che possiamo tranquillamente pensarci solo quando verrà il momento e che è ridicolo pensarci prima.
Ma questo è uno dei suoi molti inganni!
La nostra vita in realtà, senza Dio e senza la sua conoscenza e guida, è nella sofferenza continua.
Anche se l'anestesia demonica ci rende insensibili sino ad anestetizzare persino la nostra coscienza, in realtà siamo in pericolo ogni giorno poiché ci è negata la possibilità di vedere, appunto, che lo siamo.
La verità e la fede invece ci mostrano in quale direzione sicura muovere i nostri passi. Ci mostrano le opportunità che abbiamo a disposizione per dare senso soddisfacente alla nostra vita ed al nostro futuro. Per salvarci, quindi, non solo dal pericolo "eterno" (Matteo 25:46) ma salvarci al punto di farci sentire vivi...da vivi.

Per favorire ed estendere con facilità la  comprensione di questa semplice "nozione vitale" Dio ci aiuta, quasi paradossalmente, a capire che l'aiuto di cui abbiamo bisogno è prioritariamente quello di uscire dal torpore della sedazione spirituale in cui tutta l'umanità è immersa.
Ci fa capire anche che tutti gli altri aiuti offerti da altri "profeti", da altre religioni o da altre impostazioni culturali sono falsi aiuti, ingannevoli o inutili al nostro vero bisogno (2Pietro2:1).

Questa semplice nozione vitale, a causa di Satana (1Giov.5;19) non è stata più diffusa nel mondo dopo lo spirare del primo secolo /e.v. allorché l'opera di predicazione iniziata da Gesù fu bruscamente interrotta (e corrotta) e sostituita dalla falsa predicazione delle apostasie delle false religioni (v. La Parola di Dio negata alla gente comune - Svegliatevi! 2011).
Le vere congregazioni cristiane interruppero la loro opera per riprenderla nello scorso secolo, dal 1914, per merito del risorgere del vero cristianesimo ad opera degli studenti biblici. (1) Per sapere cosa accadde in quell'anno prego voler consultare qui: "il 1914"-"La nascita del Regno in cielo"-“La scena di questo mondo cambia”)
Questa semplice nozione vitale è la Buona notizia predicata da Cristo a quel tempo e rinnovata oggi per decisione di Geova.(Mt 24:14, Riv 14:6, Daniele 11:35)
.
Questa semplice "Buona notizia" era stata sostituita con la menzogna. e doveva essere liberata dalla menzogna.
Questa semplice Buona notizia ha ricominciato ad essere diffusa con la rinascita e rifioritura del vero cristianesimo che ha ricostituito l'organizzazione cristiana sotto il comando di Cristo Re dal 1914.
Questa semplice Buona notizia doveva quindi essere, mai più urgentemente di ora, diffusa in tutta la terra abitata poiché il tempo della fine è qui.(Mt 24;14).

Poiché Dio (e solo Lui) è il datore di vita e il creatore di ogni cosa buona ed utile al nostro benessere, alla nostra vita (Ger. 31:35, Deut. 8:18)! Ci ha messo in vita a sua immagine somiglianza per trasmetterci la Sua (Gen.5:3) e per farsi conoscere da noi quale nostro intimo amico (Giac. 4:4

Per mezzo di Gesù, Dio Geova sta avvalendosi dal 1914 di un mezzo straordinario: il Corpo Direttivo dei testimoni di Geova, formato da persone devote e (in parte) unte da Geova con spirito santo .
Questo "gruppo" ("schiavo fedele e discreto") è in grado di estendere la conoscenza della Bibbia e della Buona notizia in modo prodigioso in tutto il mondo ed in ogni lingua.
Anche se formata da persone fallibili, nessuna organizzazione umana al mondo è così ben organizzata. Nessun movimento mondiale è in così evidente espansione numerica.
Nessun movimento mondiale è in grado di trasmettere pace, sorriso e fiducia nel futuro.
Non c'è il minimo dubbio: questo non potrebbe accadere a nessuna organizzazione mondiale se non fosse guidata e sorretta da forze oltre il normale.
Potrebbe questo bastare per chiunque ne avesse almeno cognizione: i Testimoni di Geova sono guidati da forze oltre il normale.

E' l'organizzazione che sa usare i migliori mezzi di comunicazione letteraria ed audiovisiva, come nessun altra riesce a fare.

Ma  come insegnatoci dal Maestro, la Parola dev'essere ascoltata "fisicamente" e le persone devono vedere e toccare "fisicamente" chi porta la Parola di Dio e, con essa, il conforto del cuore e della mente.
In ogni membro della nostra fratellanza mondiale c'è il desiderio "innato" (innato da Cristo) di toccare il cuore e la mente di quante più persone possibili, comunicando "fisicamente".
Così comunicava Gesù e,secondo le sue amorevoli direttive spirituali (ed anche materiali) così comunica il Corpo Direttivo nell'opera mondiale da Lui diretta.(1Cor.12:12)

Perché? Perché questa è la volontà di Dio! E questo è il mezzo di cui Dio si serve per diffondere (forse per l'ultima volta nella storia di questo "sistema di cose" (Mt 13:40) (Mt 13:49) al mondo la semplice verità vitale che è la Buona notizia!

Significa che ogni comunicazione ed istruzione del CD non è solo frutto del lavoro di uomini limitati ed imperfetti (fallibili) ma di uomini guidati in ogni istante opportuno del loro lavoro dal più grande uomo mai esistito al mondo: Gesù Cristo nostro Re e Capo della Congregazione dei testimoni di Geova.Esattamente come fu nel primo secolo e.v., quando Gesù era capo delle prime congregazioni cristiane così avviene ora! Egli dirige la vera congregazione mondiale cristiana.
Tutta la produzione letteraria dell'organizzazione è legata alla Bibbia e alla Parola di Cristo.
Ogni argomentazione è utile alla nostra conoscenza esistenziale e spirituale proprio perché è intrinsecamente legata al testo biblico (2Tim.3:16).
Questo è il metodo insegnato da Gesù ed è a questo metodo che il CD si attiene obbedendo al Maestro.

Ogni pubblicazione prodotta dall'organizzazione va in questa direzione : la salvezza.
Ogni pubblicazione, come ovvio, è molto più degna, completa ed accurata del mio limitato blog-book! Esso però segna il diario dei miei primi passi "imperfetti" di uomo "imperfetto" desideroso di capire se c'è la verità e di averla scoperta nella Bibbia quale Parola di Dio!
Sarei  felice sapere che la lettura del blog-book possa servire di aiuto ed a beneficio di qualcuno per avvicinarsi a Dio ed alla felicità di avere con sé la Verità che cambia la vita.(Giovanni 8:31, 32) (La verità vi renderà liberi”: Come? - Svegliatevi 5/12)

Ogni argomento da me toccato nel blog.book, trova quindi il suo "naturale" sviluppo nelle accurate ricerche gratuite on-line (v.Biblioteca on line, JW Broadcasting) nel meraviglioso sito ufficiale dei testimoni di Geova.
Ma il vero "sviluppo" è provare la gioia che, grazie all'aiuto di Geova e Gesù,  può rimanere per sempre nel nostro cuore.


Auguro buona lettura e buon progresso spirituale a tutti.

 

http://doma-n-de.blogspot.it/p/se-per-caso.htmlIBBIA
E'  PAROLA DI DIO

Nessun commento:

Posta un commento